MERCATO DA URLO, QUANTE PISTE DA DEFINIRE: HAKIMI, GIGIO E… CONTE

Inizia un calciomercato che nonostante l’aria di crisi imperante fornisce indicazioni e spunti affinchè si possa lecitamente parlare di estate bollente, nonostante la stagione non abbia effettivamente ancora preso il via. Come di consueto l’Inter viaggia da protagonista assoluta ed emerge nel caos di queste ore con dei colpi di scena che si susseguono in serie. A partire dal discorso legato alla celeberrima quota 100 da raggiungere. La pima manifestazione concreta di interesse giunta in sede nerazzurra ha riguardato Hakimi da parte del Psg, e come tale è stata presa in considerazione. Tuttavia l’interlocutore è opulento dal punto di vista economico, e per fare una plusvalenza degna di questo nome Marotta ed Ausilio hanno rilanciato ad una valutazione da 80 milioni. Seguiranno valutazioni e controfferte.
Sull’altra sponda del Naviglio, il Milan conclude la pratica assegnata del riscatto di Tomori dal Chelsea e si guarda intorno per le altre posizioni del campo. A partire dall’attacco per arrivare sino alla linea mediana dove si cerca un sostituto di Calhanoglu per il quale non ci saranno rilanci.
Saranno i giorni di Donnarumma: Juventus e Barcellona fanno sul serio e hanno avanzato proposte che ora spetterà all’ex portiere rossonero valutare assieme a Raiola.
Attenzione infine ad Antonio Conte: l’ex allenatore dell’Inter ha presentato i suoi programmi al Real Madrid ma Florentino gli ha preferito Ancelotti. Ora il Tottenham valuta l’opportunità di ricomporre a Londra l’accoppiata italiana con Fabio Paratici. Insomma, tutti gli ingredienti per predisporre un’estate da non perdere.

Condividi