INTER, UNO SCUDETTO E TROPPE INCERTEZZE

Si riparte… con qualche certezza ma anche con tante incognite sul futuro. L’Inter 2.0 quella di Simone Inzaghi è pronta a nascere.Le conferme arrivano da un progetto tecnico, da un modulo il 3-5-2, dogma imprescindibile per l’allenatore salentino così come dell’ex condottiero biancoceleste seppur con delle differenze evidenti nell’impostare il lavoro delle mezzali e delle due punte. Imprescindibile dovrà essere la presenza dei due attaccanti principe di questa squadra, quel Lukaku e Lautaro che però ironia della sorte potrebbero essere il primo nodo da sciogliere. Il mercato sarà autofinanziato. Mai come quest’anno prima si venderà poi ci saranno gli acquisti. Chi è presto per dirlo, prima nelle casse di viale della Liberazione devono arrivare circa 100milioni che andranno messi da parte, poi si potrà pensare a qualche pedina da inserire.Romelu Lukaku come Immobile, ma con un valore aggiunto perché può giocare anche spalle alla porta oltre che avere nella ripartenza come lo stesso Ciro nazionale un plus da non sottovalutare. La lazio ha reso al meglio quando al fianco dell’ex scarpa d’oro c’era un fantasista.Similitudini e non, Eriksen può essere accostato a luis alberto per alcune caratteristiche ma barella non è milinkovic Savic. L’Atteggiamento delle due squadre, delle due filosofie calcistiche è sicuramente simile. Insomma l’insediamento di Simone Inzaghi ad Appiano gentile non dovrebbe avere complicazioni, il bello arriva adesso…

Condividi